Futuro Anteriore


FUTURO ANTERIORE INTERNO SITO
Dove: Streaming online
Tenuto da: Marco Mancuso
Quando: 14 - 15 - 17 dicembre 2020 dalle ore 18 alle ore 20
Costo: € 50
Per informazioni: M daniela@adiacenze.it - T + 39 333 5463796

Iscrizione obbligatoria entro il 7 dicembre 2020, posti limitati
SCARICA QUI LE MODALITA' DI ISCRIZIONE

Con il contributo di: Comune di Bologna

Image credit: Marco Cadioli, THIS IMAGE IS NO LONGER AVAILABLE, 2020.
“Noi esseri umani di oggi dobbiamo elaborare la nostra relazione con il resto dell’universo con grande attenzione e anche se le nostre visioni potranno sembrare inverosimili agli esseri umani del futuro, devono essere comunque in grado di svolgere il loro compito adesso” - Olaf Stapledon, Last and First Men: A Story of the Near and Far Future.

Futuro Anteriore” è un ciclo di tre seminari, tre giornate di critica d’arte e visioni del suo rapporto con le ricerche più avanzate nel campo della tecnologia e della scienza, sviluppate sul modello di un lungo racconto - come un libro, un film o una serie tv - articolato attraverso personaggi, storie, ricerche ed esperienze che contribuiscono da anni al racconto del presente e preconizzano il futuro della nostra società e dell’essere umano. A partire da un primo episodio di ricognizione storico-critica della New Media Art e del rapporto sempre più stretto tra arte, tecnologia e scienza negli ultimi cinquant’anni, il ciclo di seminari si snoda attraverso altri due capitoli di una narrazione che si fa sempre più intricata e affascinante: quale l’impatto delle intelligenze artificiali e dei sistemi avanzati di rapporto uomo-macchina sulla cultura contemporanea? Come le biotecnologie e le scienze biologiche osservano la natura con l’obbiettivo di replicarne i processi e controllare la vita su questo pianeta? Come l’arte e il design contemporaneo operano con queste pratiche avanzate per studiare criticamente il presente tecnologico-scientifico e speculare un possibile futuro dell’uomo, del suo corpo fisico e virtuale e della sua sensoriali espansa, in rapporto all’ambiente circostante inteso nella sua natura ontologica come ambiente naturale, tecnologico e relazionale? Un futuro anteriore da progettare e modellare con la massima sensibilità, prima che qualsiasi evento negativo e irreversibile possa mai accadere.

>>> A CHI È RIVOLTO
Il workshop è aperto a partecipanti con qualsiasi background e livello di competenza.
Artisti, curatori, producer, interaction designer, chi fa parte del mondo della comunicazione, della pubblicità o del marketing culturale, ingegneri, studenti o chi è già uscito dall’università o dall’Accademia, interessati agli ambiti delle nuove tecnologie, della scienza, intelligenza artificiale e biotecnologie applicate alle arti.

>>> METODOLOGIA E PROGRAMMA
Il workshop si sviluppa in 3 incontri da due ore ciascuno divisi tra lezione e discussione aperta.

Le lezioni prenderanno in esame le seguenti tematiche:
- Lunedì 14 dicembre dalle ore 18 alle ore 20 > LA “NEW MEDIA ART”
Cenni storici, visione d’insieme e futuro del rapporto arte, tecnologia e scienza

- Martedì 15 dicembre dalle ore 18 alle ore 20 > INTELLIGENZA ARTIFICIALE E TECNOLOGIE COLLETTIVE
L’utilizzo di sistemi intelligenti nell’arte e l’evoluzione del rapporto uomo-macchina

- Giovedì 17 dicembre dalle ore 18 alle ore 20 > BIOTECNOLOGIE E SCIENZE DELLA VITA
Il dialogo tra arte e ricerca scientifica, nella modellazione dei nuovi corpi in rapporto con l’ambiente.

Per maggiori info sulle modalità di pagamento: https://bit.ly/3jVKZMA