ARTE E CULTURA DIGITALE – New Media Art


Arte e cultura digitale_Mancuso_int
Dove: Streaming online e in presenza presso Adiacenze
Tenuto da: Marco Mancuso
Quando:dal 25 novembre 2021 – 15 incontri da 2 ore ogni lunedì e giovedì dalle 18:30 alle 20:30
Costo: € 150
Per informazioni: M daniela@adiacenze.it - T + 39 333 5463796

Iscrizione obbligatoria, posti limitati
SCARICA QUI LE MODALITA' DI ISCRIZIONE

Organizzato da:Daniela Tozzi - Adiacenze
Con il sostegno di: Comune di Bologna

>>> DESCRIZIONE DEL CORSO
Il corso si focalizza sull’impatto delle tecnologie e della ricerca scientifica sull’arte, il design e la cultura contemporanea. Con un approccio rigorosamente interdisciplinare, osserva e contestualizza la crescita e la diffusione della cosiddetta New Media Art nell’arco degli ultimi trent’anni, lungo una traiettoria che ha riscritto i codici estetici e i linguaggi, nonché modellato i meccanismi produttivi e i mercati dell’arte contemporanea del nuovo millennio.

Attraverso connessioni multiple, stratificate e costantemente in evoluzione con ambiti di ricerca e sperimentazione legati a Internet e al data visualization, ai software di modellazione visiva generativi e parametrici, ai contesti vicini alle culture hacker, open e DIY, alle componenti hardware per l’interazione, alle sperimentazioni sonore e audiovisive installative e alle pratiche performative, all’architettura e alle modalità di dialogo con lo spazio, pubblico ed espositivo, ai contesti del product design e del fashion design, agli ambiti delle autofabbricazioni, della robotica e dei maker, alle intelligenze artificiali, ai corpi cyborg e ai campi di ricerca delle scienze avanzate (biotecnologie, nanotecnologie, neuroscienze), il corso rappresenta uno strumento unico per artisti, designer, studenti, professori, curatori, critici, filosofi, sociologi e semplici curiosi per sondare da un lato uno dei contesti produttivi più vitali dell’arte contemporanea, dall’altro per provare ad immaginare il nostro futuro tramite la chiave di interpretazione della creatività umana.

Il corso è strutturato attraverso un sistema dinamico di lezioni frontali, visione di materiali e analisi critiche delle opere e delle ricerche di alcuni tra i più importanti artisti internazionali che operano sul confine tra arte, design, tecnologia e scienza. Unico nel suo genere per vastità di contenuti e ampiezza di visione, fornisce da un lato una panoramica sui principali network, media lab, centri di ricerca, festival, mercati, reti di distribuzione, centri espositivi e istituzioni a livello internazionale che si interessano dell’impatto della tecno-scienza sulla creatività e la società contemporanea, dall’altro un approfondimento critico sulle principali pratiche, poetiche e sperimentazioni che nutrono la produzione artistica contemporanea.

Il corso è ideato e condotto da Marco Mancuso, critico, curatore e ricercatore, che mette a disposizione dei partecipanti il suo punto di vista privilegiato derivante dalla lunga esperienza con l’osservatorio Digicult da lui fondato e diretto, la sua pratica decennale di insegnamento universitario e accademico e le sue costanti ricerche maturate nelle pubblicazioni che saranno al centro di questo percorso formativo: il saggio “Arte, Tecnologia e Scienza” (2018) e il compendio “Intervista con la New Media Art” (2020), editi entrambi da Mimesis Edizioni.

>>> A CHI È RIVOLTO
Il corso è aperto a partecipanti con qualsiasi background e livello di competenza.
Artisti, curatori, producer, interaction designer, chi fa parte del mondo della comunicazione, della pubblicità o del marketing culturale, ingegneri, studenti o chi è già uscito dall’università o dall’Accademia, interessati agli ambiti delle nuove tecnologie, della scienza, intelligenza artificiale e biotecnologie applicate alle arti.

>>> PROGRAMMA DELLE LEZIONI
Lezione 1: Introduzione
Introduzione alla New Media Art, la prospettiva storica, nascita e sviluppo dell'osservatorio Digicult, i principali contesti di analisi critica, ricerca e le tendenze più importanti a livello produttivo, culturale ed estetico.

Lezione 2_3: Scenario, contesti culturali, ambiti produttivi e mercati
La mappa dei principali media e citizen lab, centri di ricerca, festival, gallerie, istituzioni, centri di formazione e piattafiorme web che tratteggiano i confini di uno scenario artistico-culturale complesso e in continuo mutamento.

Lezione 4_5: Internet / il rapporto tra arte, rete e pratiche di attivismo
La produzione artistica in rete e tramite le reti, social network e piattaforme user generated content. L’analisi delle principali esperienze artistiche internazionali a cavallo tra ricerca formale, tensioni di mercato e pratiche di consapevolezza hacker e attiviste.

Lezione 6_7: Codice / software generativi e parametrici tra arti visive e data visualization
I territori di confine tra arte visiva, graphic design e visualizzazioni di dati, caratterizzati dal comune uso di applicativi software free e open source generativi e parametrici. Come è cambiato l’approccio alla programmazione per la creazione di forme e strutture complesse.

Lezione 8_9: Oggetto / interazione, DIY e tecniche di stampa 3D per il design
I prodotti e i nuovi materiali nei contesti ibridi tra arte, product design, moda e utilizzo delle tecniche di stampa 3d per l’autoproduzione Do It Yourself di artefatti e sistemi tecnologici interattivi, indossabili e in grado di generare dialogo tra corpi, oggetti e contesti.

Lezione 10_11: Ambiente / architetture, spazi pubblici e media locativi e interattivi
La progettazione di nuove tipologie di spazi e ambienti, interattivi e immersivi, pubblici e privati, per nuove riflessioni in termini sociali, di appartenenza e condivisione di spazi ed esperienze, nonchè di differenti modalità di relazione tra esseri umani.

Lezione 12_13: Audiovisivi / rapporto suono/immagine per ambienti e performance
L’estetica e la potenza espressiva del suono e del suo rapporto con la componente visiva, come elemento di esplorazione percettiva attraverso performance e ambienti, immersivi e sinestesici tra sound art, pratiche di cinema espanso e osservazione di fenomeni naturali.

Lezione 14_15: Scienza / corpi espansi, inteligenze articiali e biotecnologie
L’impatto artistico, culturale, etico e sociale dei processi di espansione fisica e sensoriale dei corpi, delle sempre più numerose applicazioni dell’intelligenza artificiale e di alcuni ambiti della ricerca scientifica che fanno riferimento alle biotecnologie e alle neuroscienze

>>> BIOGRAFIA DEL DOCENTE
Marco Mancuso è critico, curatore e ricercatore indipendente. Focalizza la sua ricerca sull’impatto delle tecnologie e della scienza sull’arte, il design e la cultura contemporanea. Fondatore e direttore dal 2005 della piattaforma internazionale Digicult, insegna Fenomenologia dell'Arte Contemporanea e Culture Digitali alla NABA e allo IED di Milano, Sistemi editoriali per l’arte all’Accademia di Belle Arti Carrara di Bergamo, Processi Comunicativi e Metodologia della Progettazione all’Università Alma Mater di Bologna.

Ha curato mostre ed eventi, tra cui il programma di incontri Digitalks (online, 2020), i cicli di seminari Arte e Futuro con Daniela Tozzi e I nuovi corpi (2019) con Marco Donnarumma e Giulia Tomasello per Adiacenze a Bologna, il progetto Fantomologia per Cubo Unipol / Artefiera (2018), le personali Fino alla fine (2018) di Guido Segni e Click Clack (2017) di Virgilio Villoresi per Adiacenze, il padiglione Italia della mostra Streaming Egos per il Goethe Institute (2015), la rassegna Hidden Worlds per il Subtle Technologies Festival di Toronto (2014), la collettiva The Mediagate per la NT Gallery/Imaginarium di Lodz (2013), la personale dell'artista Thorsten Fleisch per O' a Milano (2010), la performance urbana Laser Tag di Graffiti Research Lab per il festival Enzimi a Roma (2008), il progetto itinerante +39:Call for Italy presentato a Elektra Festival di Toronto, Nemo Festival di Parigi e Cimatic Festival di Brussels (2007), il festival Mixed Media per Hangar Bicocca a Milano (2006). È stato partner con Digicult di alcuni tra i principali appuntamenti nazionali e internazionali del settore, tra cui Transmediale, Sonar+D, Sonic Acts, Elektra, STRP, Nemo, Todaysart, Subtle Technologies, Bozar, tra gli altri. Tiene conferenze e prende parte a tavole rotonde sulla relazione tra arte, tecnologia, scienza e società e su come il mercato dell’arte contemporanea stia cambiando in relazione al rapporto con l’industria e con le piattaforme digitali.

È stato incluso nella storica pubblicazione Cultural Blogging in Europe del LabForCulture.org (2010), è partner del programma europeo EMAP/EMARE ed è Advisory Board Member per il progetto “Future Innovation” del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano. Collabora con lo spazio per l'arte Adiacenze di Bologna, ha pubblicato il libro "Arte, Tecnologia e Scienza. Le Art Industries e i nuovi paradigmi di produzione della new media art contemporanea" per Mimesis Edizioni (2018) ed è dottorando di ricerca in Culture Digitali presso l'Università Iuav di Venezia. È uscito a Ottobre 2020 il suo nuovo libro “Intervista con a New Media Art. L’esperienza dell’osservatorio Digicult” per Mimesis Edizioni.